La Strada del Cesanese

I sentieri del vino rosso ciociaro

L'itinerario del vino nel cuore della Ciociaria, i tipici sapori del posto e le bellezze più autentiche del territorio.

La strada del vino Cesanese
BLOG / LOCAL STORIES / LA STRADA DEL CESANESE

Questa citazione ci è sembrata perfetta per aprire questo post, perché oggi, ti racconteremo la storia di una Strada del Vino ancora poco conosciuta. Le Strade del Vino in Italia sono diventate un vero e proprio itinerario turistico per tutti gli enoappassionati. Vivere il territorio, ammirare il paesaggio, scoprire le cantine e degustare il vino in compagnia delle storie del produttore: sono le tipiche attività di chi decide di addentrarsi per queste strade.

Questi itinerari sono l’experience più coinvolgente per chi ama il mondo del vino.

Oggi ti parleremo di sentieri nascosti e di percorsi immersi nella natura che ti porteranno alla scoperta della storia del Cesanese: il famoso vino rosso ciociaro.

I Sentieri della Ciociaria

La Ciociaria non è un posto con confini geografici ben definiti è piuttosto il nome con il quale si identificano alcuni territori del Lazio a sud-est di Roma a ridosso della provincia di Frosinone.

La strada del vino Cesanese

Alcuni di questi sono antichi i borghi medioevali. Paliano, Piglio, Acuto, Anagni, e Serrone sono i borghi della Ciociaria che si incontrano sulla Strada del Vino Cesanese. In questi luoghi alcune volte il tempo si ferma e con un pizzico di fortuna potrebbe succedere mentre sorseggi un bel calice di rosso.

Lungo questa strada gli incantevoli sentieri di montagna ti conducono alle aziende vitivinicole che producono Cesanese del Piglio DOCG.

 

Non si trovano molte informazioni sulle origini di questo vitigno ma si può sicuramente affermare che risalgono a tempi molto antichi: Plinio il Vecchio fu uno dei primi a parlarne all’epoca dell’antica Roma.

 

Chissà magari sarà stato il vino più bevuto nei banchetti degli antichi romani.

La vicinanza con la Capitale favorì il passaggio di importanti figure storiche, una delle quali fu la Famiglia Colonna. Era il posto perfetto: abbastanza vicino ad una grande città, tra le colline, le montagne e l’aperta campagna. Questo suggestivo paesaggio richiamò l’occhio di molti artisti, soprattutto negli anni in cui la Selva di Paliano fu la tenuta del Principe Antonello Ruffo di Calabria.

 

A quei tempi La Selva di Paliano era la meta di molti turisti e al suo interno veniva prodotto e consumato Cesanese a volontà. L’abbinamento tra il Cesanese e la gastronomia locale ha da sempre riscosso moltissimo successo tra gli appassionati del cibo e del vino.

La parte più bella del sentiero sono le esperienze che puoi fare sul posto.

Tra un tipico prodotto locale e l’altro, un bicchiere di vino forse meglio la bottiglia; Il pezzo forte della Strada del Cesanese è il paesaggio e i momenti di convivialità che si creano tra le persone in questa bellissima atmosfera immersa nella natura.

BLOG / LOCAL STORIES / LA STRADA DEL CESANESE
04 GIU 2021 LEGGI >>
Cru e Terroir Cru e Terroir sono i termini legati al vino più in voga del momento. Cosa c’è dietro a questi due francesismi? Vediamolo nel post.
03 GIU 2021 LEGGI >>
Cesanese del Piglio DOCG Dalla pianta alla bottiglia. Il Disciplinare di Produzione del vino è il manuale che ogni enoappassionato dovrebbe conoscere.
25 MAG 2021 LEGGI >>
I Precursori d'Aroma nel Vino Sai perchè ogni vino ha un suo profumo? Te lo spieghiamo nel post di oggi partendo dalla materia prima: Il grappolo d’uva.
10 MAG 2021 LEGGI >>
Benvenuti al Centro Il vino del Lazio attira l'attenzione del grande nord e Il nostro territorio colleziona un bel goal in tempi di pandemia.
08 MAG 2021 LEGGI >>
Un Trucco da Sommelier In questo post ti sveliamo qualche tips che ti aiuterà ad orientarti nel mondo del vino anche se parti da zero.